La nostra intervista ad Andrea Cecchi. "I lockdown sono propedeutici al controllo dell'inflazione"

Published September 28, 2021 145 Views

Rumble Abbiamo intervistato Andrea Cecchi, fondatore dell’omonima newsletter. Andrea Cecchi, oltre a essere una persona molto gradevole è anche un esperto di geopolitica ed economia.

Noi di MittDolcino seguiamo regolarmente la sua newsletter. Intelligenza e acume, conoscenza approfondita delle dinamiche economiche e geopolitiche.

Andrea Cecchi ci ha parlato del grande inganno economico che attanaglia i nostri tempi: siamo seduti su una montagna di debiti.

Che fare, allora?

A questa domanda non c’è una vera e propria risposta. Il nostro lavoro è svelare l’inganno, denunciarlo davanti al popolo e invitare chi conta a capire che cosa fare per arginare la frode che si sta compiendo sotto i nostri occhi.

Il nostro ruolo vuole essere attivo e lucido. Vogliamo porci come punto di riferimento nel panorama dell’informazione italiana e anche internazionale. Ma non possiamo farlo da soli. Per questo stiamo costruendo giorno dopo giorno una rete di professionisti in grado di commentare e analizzare il reale, senza illusioni, senza emotività e soprattutto senza interessi di sorta.

Noi auspichiamo il bene del Paese. Noi crediamo realmente nella nostra Italia. Crediamo che la nostra nazione possa realmente ritornare a essere quella che era, che possa ritornare al tavolo con i grandi attori mondiali e che possa attivamente influenzare le politiche internazionali. Noi crediamo che l’Italia debba avere un ruolo di leader nel nuovo ordine multipolare che sta emergendo.

E che in questo nuovo ruolo che è necessario che definisca (se non vuole rimanere schiacciata dal peso degli eventi) debba avere un rapporto privilegiato con il suo alleato storico: gli Stati Uniti.

Poi ovviamente potrà dialogare con qualunque altra realtà. Ma gli Stati Uniti sono il nostro faro. Ma non gli Stati Uniti che vediamo adesso. Non gli Stati Uniti dilaniati da una divisione sempre più netta e tagliente.

Noi non ci rivolgiamo al mero presente. Noi guardiamo avanti. Noi gettiamo i semi per un nuovo futuro. Noi vediamo gli Stati Uniti rinascere come una fenice dalle proprie ceneri e ritrovare un equilibrio nuovo nel nuovo sistema multipolare verso il quale l’Eurasia si sta dirigendo senza attendere nessuno.

Ed è per questo che dobbiamo stare vicini agli Stati Uniti proprio ora che sono in difficoltà e anche se adesso non ci piacciono molto. Loro sono i nostri alleati storici. Siamo molto più simili di quanto crediamo di essere. Gli amici non si abbandonano nel momento del bisogno.

Ringraziamo Andrea Cecchi per questa intervista. Sarà sempre ospite gradito qui da noi.

Per informazioni su Andrea Cecchi:

https://andreacecchi.substack.com/

Se volete più informazioni sul libro di Andrea Cecchi:

https://andreacecchi.substack.com/p/sperare-in-meglio-ma-prepararsi-al

Per maggiori informazioni:

Sito web: https://www.mittdolcino.com/

Telegram: https://t.me/mittdolcino

Twitter: @mittdolcino

Le immagini, i tweet e i filmati pubblicati nel sito sono tratti da Internet (Google Image), oltre che - in generale - i contenuti, per cui riteniamo, in buona fede, che siano di pubblico dominio (nessun contrassegno del copyright) e quindi immediatamente utilizzabili. In caso contrario, sarà sufficiente contattarci all’indirizzo info@mittdolcino.com perché vengano immediatamente rimossi. Le opinioni espresse negli articoli rappresentano la volontà e il pensiero degli autori, non necessariamente quelle del sito.