La nostra intervista a Lorenzo Tamos. Il Consiglio UE si è espresso sul Green Pass

Published July 6, 2021 203 Views

Rumble Abbiamo intervistato l’avvocato Lorenzo Tamos. Abbiamo parlato del REGOLAMENTO (UE) 2021/953 DEL PARLAMENTO EUROPEO E DEL CONSIGLIO del 14 giugno 2021.

Si è parlato dei certificati digitali interoperabili da comprova vaccinale, da test e da guarigione dal Covid.

Il Parlamento e il Consiglio d’Europa provano con questo regolamento ad avvisare che gli Stati membri stanno abusando dei loro poteri. Anche il linguaggio usato implica una volontà da parte del Parlamento e del Consiglio d’Europa di cautela nei confronti della gestione pandemica.

Che la pandemia non diventi lo strumento politico per imporre misure autocratiche, che ancora risiedono nella memoria dei popoli europei e che ne hanno segnato la storia e le vicissitudini, in modo tragico, del secolo appena passato.

Poniamoci una domanda: che cosa sta succedendo?

Perché vengono tolte le libertà fondamentali?

È possibile farlo in nome di un virus e della sicurezza?

Che cosa ci vuole suggerire questo regolamento?

Al di là dei tecnicismi un dibattito deve sorgere in seno alla società civile. Perché buona parte delle istituzioni tacciono, complici, nemmeno troppo silenti, del dramma che si sta disvelando davanti ai nostri occhi?

Ci sono tutti gli elementi per generare il caos. Ma il caos non può essere contenuto nei razionalissimi dpcm o decreti legge che il Governo sforna come se fossero panini caldi da un forno.

Ringraziamo l’avvocato Lorenzo Tamos per il suo intervento.

Per ulteriori informazioni, consiglio a tutti di visitare:

Sito web: https://www.mittdolcino.com/

Telegram: https://t.me/mittdolcino

Twitter: @mittdolcino

Le immagini, i tweet e i filmati pubblicati nel sito sono tratti da Internet per cui riteniamo, in buona fede, che siano di pubblico dominio e quindi immediatamente utilizzabili. In caso contrario, sarà sufficiente contattarci all’indirizzo info@mittdolcino.com perché vengano immediatamente ritirati. Le opinioni espresse negli articoli rappresentano la volontà e il pensiero degli autori, non necessariamente quelle del sito.