25 APRILE 2021 - GIAN MARCO CAPITANI: "UN NAZISTA È TALE ANCHE SE INDOSSA UNA CAMICIA ROSSA"

Published April 27, 2021

Rumble Il 25 Aprile non poteva essere ricordato meglio di così

"Sono le azioni che compiamo che ci qualificano. Sono i pensieri che ci guidano ed è la dignità che dobbiamo mantenere per essere uomini e per essere umani. Non importa se nel tuo albero genealogico ci sono nomi di noti partigiani, non importa se vivi mangiando al tavolo del PD e nemmeno se vai in giro raccontando di essere di sinistra. Non significa nulla: Bonaccini nel 2016 ha firmato una legge che escludeva dagli asili nido bambini sani perché rifiutavano di fare un trattamento sanitario non privo di rischi. Una legge nazi-fascista, preludio alla prima legge razziale del dopoguerra: la legge Lorenzin, che escludeva dalle scuole i bambini da 0 a 6 anni se non si sottoponevano a un trattamento sanitario non privo di rischi: bambini sani fuori dalle scuole. Questa legge è stata approvata dal PD, partito di maggioranza. Sono le azioni che compiamo che ci qualificano: un nazista è tale anche se indossa una camicia rossa. Questa piazza non ha colore: bisogna fare attenzione alle azioni e organizzare le reazioni. Cosa resterà del 25 Aprile se perderemo memoria? I diritti non sono qualcosa che qualcuno ti concede: i diritti sono quello che nessuno può toglierti." (Gian Marco Capitani)