Difendersi ora: 10 – Vaccinazione (parte 2 di 2)

Published April 8, 2021 81,819 Views

Rumble Prima parte qui:
https://rumble.com/vfh5hn-difendersi-ora-10-vaccinazione-parte-1-di-2.html

In questa seconda parte spieghiamo le azioni collettive e diamo consigli a chi, pur non essendo un sanitario, subisce pressioni indebite sul posto di lavoro,

Iscriviti al canale Telegram:
https://t.me/difendersiora
E’ il modo migliore per tenerci in contatto!

I vari moduli sono tutti scaricabili da questa pagina:
https://www.movimentolibertario.com/assistenza-legale-covid/

La prima parte di questo video si trova qui:
https://rumble.com/vfh5hn-difendersi-ora-10-vaccinazione-parte-1-di-2.html

Azioni legali contro l’obbligo vaccinale di cui al decreto-legge 44/2021
Il decreto-legge 44/2021 e l’obbligo vaccinale introdotto per la categoria degli operatori sanitari è una delle azioni più turpi e ingiuste mai commesse da un governo italiano.
Perché il decreto-legge 44/2021 è illegittimo?
- Perché viola l’art. 32 della Costituzione che non consente trattamenti sanitari obbligatori se non in forza di una legge che non può violare i limiti imposti dal rispetto della persona umana. Secondo l’art. 36 Cost. è con il lavoro che si esercita il diritto a procurarsi un’esistenza libera e dignitosa. Vietare di lavorare a chi non vuole vaccinarsi costituisce una violazione dell’obbligo di rispettare la persona umana.
- Perché viola l’art. 3 Cost. che vuole le leggi fondate sul principio di uguaglianza e di razionalità. Non solo l’obbligo vaccinale discrimina una sola categoria, ma non è fondato su studi scientifici definitivi ed impone ai sanitari di sottoporsi ad una sperimentazione scientifica in corso.
- Perché viola l’art. 10 Cost. che impone alla Repubblica Italiana il rispetto delle norme del diritto internazionale generalmente riconosciute. Tra le norme internazionali il cui rispetto è richiesto all’Italia vi sono: Il Codice di Norimberga, la Dichiarazione di Helsinki e la Convenzione di Oviedo che richiedono sempre il consenso libero e informato dei pazienti coinvolti sia per la partecipazione alla sperimentazione medica sia per la sottoposizione a qualsiasi trattamento sanitario.
- Perché è irrazionale e mal scritto, violando ancora una volta, l’art. 3 della Costituzione, perché non specifica a quali vaccini ci si debba obbligatoriamente assoggettare mentre pretende di affermare che i vaccini prevengano l'infezione da SARS-CoV-2 mentre le stesse case farmaceutiche avvertono che l’effetto di prevenzione del contagio anche da parte dei soggetti vaccinati non è assicurato.
Cosa di può fare contro il decreto-legge 44/2021?
1. L’obbligo vaccinale imposto con le minacce ed il ricatto (chi non si vaccina viene sospeso dall’esercizio della professione se iscritto in un albo e comunque demansionato e privato dello stipendio se lavoratore dipendente) integra il reato di estorsione aggravata. I responsabili del reato sono i ministri del governo Draghi che hanno votato il decreto-legge. La prima azione da intraprendere, pertanto, è la presentazione di una denuncia penale.
2. Tutti coloro che siano possibili vittime dell’obbligo vaccinale possono chiedere al tribunale civile la sospensione immediata dell’obbligo di vaccinazione perché il decreto-legge 44/2021 è illegittimo.
3. Chi si vedrà notificato un provvedimento di sospensione dall’esercizio della professione, di demansionamento o di messa in aspettativa senza stipendio può impugnare un simile provvedimento dinanzi al Tribunale civile o del lavoro.
Stiamo raccogliendo le adesioni per le iniziative collettive (denuncia e ricorso d’urgenza). Prego chiunque sia interessato di scrivere una mail all’indirizzo dedicato
difendersiora.adesioniricorso@gmail.com
indicando semplicemente il proprio interesse ad una o entrambe le iniziative (denuncia e ricorso d’urgenza). PREGO DI SPECIFICARE LA QUALIFICA O MANSIONE SVOLTA (ad es. medico, farmacista, infermiere, ASO etc.). Ci servirà per capire il numero dei partecipanti e determinare la quota individuale di ciascuno.
Alessandro Fusillo